Servizi Assicurativi

FAQ

Ho subito un sinistro all'estero provocato da un veicolo con targa estera. A chi devo rivolgermi per ottenere il risarcimento del danno?

Se durante un viaggio all'estero in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde si è rimasti vittima di un incidente stradale provocato da un veicolo immatricolato e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo, la richiesta di risarcimento può essere rivolta all'impresa di assicurazione estera del responsabile del sinistro o al suo rappresentante in Italia (cosiddetto Mandatario).

Chi è il Mandatario per la gestione dei sinistri?

Il mandatario è un soggetto – solitamente una società – incaricato di gestire i sinistri per conto degli assicuratori autorizzati ad operare nel ramo RCA nello Spazio Economico Europeo.

Ciascun assicuratore ha l’obbligo di nominare un Mandatario per la gestione dei sinistri in ogni Paese dello Spazio Economico Europeo.

Come si fa a risalire all'assicuratore del veicolo estero responsabile del sinistro conoscendo solo il numero di targa? Come si individua il Mandatario nominato in Italia per la gestione del sinistro?

Per conoscere il nome dell'impresa di assicurazione del veicolo estero, il nome e l’indirizzo del suo Mandatario in Italia, si deve inoltrare apposita richiesta al Centro di Informazione Italiano attraverso il Portale Unico.
Il Centro di Informazione Italiano interroga il Centro di Informazione estero competente e, ottenuta la risposta, riscontra l'interessato indicando il nome del mandatario a cui potrà indirizzare la richiesta di risarcimento danni ai fini della gestione del sinistro.

Si precisa che a Consap, in qualità di Centro di Informazione italiano, non competono l’apertura del sinistro, la sua gestione e la trasmissione della relativa documentazione al suddetto mandatario.
N.B. Le richieste di risarcimento rivolte a Consap-ODI che non siano state preventivamente inviate al Mandatario per la gestione dei sinistri non potranno essere accolte.

Cosa devo fare se conosco l’assicuratore del veicolo estero?

Se si conosce il nome dell’assicuratore del veicolo responsabile (es. indicato sul modello CAI) è comunque possibile fare richiesta al Centro Informazione Italiano per conoscere il nominativo del mandatario attraverso il Portale Unico selezionando la seguente opzione nel passo 3 di 3 della procedura guidata:

Sono a conoscenza del nome dell’impresa di assicurazione del veicolo estero e chiedo di conoscere il nominativo del suo mandatario in Italia per la liquidazione dei sinistri.

Che termine ha l’assicuratore estero o il Mandatario per riscontrare la richiesta di risarcimento danni?

L’assicuratore del veicolo estero o mandatario hanno a disposizione il termine di tre mesi dal momento in cui ricevono la documentazione completa sul sinistro da parte del danneggiato per fornire una risposta motivata alle richieste formulate.

Cosa posso fare se il Mandatario/Assicuratore estero non rispondono entro tre mesi?

Se la compagnia di assicurazione del veicolo responsabile e/o il Mandatario non forniscono una risposta motivata entro tre mesi, è possibile rivolgere la richiesta di risarcimento all’Organismo di Indennizzo Italiano, seguendo le modalità indicate qui.

Cosa posso fare se l’assicuratore estero non ha nominato un Mandatario in Italia?

Se a seguito degli accertamenti svolti dal Centro Informazione Italiano risulta che l'impresa di assicurazione estera del responsabile del sinistro non ha nominato un mandatario in Italia, è possibile rivolgere la richiesta di risarcimento all’Organismo di Indennizzo Italiano, seguendo le modalità indicate qui.

Cosa posso fare se il veicolo estero che ha causato il sinistro è non assicurato o non identificato?

Se all’esito della ricerca effettuata dal Centro di Informazione Italiano il veicolo estero responsabile dovesse risultare non assicurato o non identificato (targa sconosciuta o non valida), è possibile rivolgere la richiesta di risarcimento all’Organismo di Indennizzo Italiano, seguendo le modalità indicate qui. 

Ho subito un sinistro all'estero provocato da un veicolo immatricolato in Svizzera, nel Principato di Monaco o nel Regno Unito, a chi devo rivolgermi per ottenere il risarcimento del danno?

Se durante un viaggio all'estero in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde si è rimasti vittima di un incidente stradale provocato da un veicolo immatricolato e assicurato in Svizzera, Principato di Monaco o, per i sinistri accaduti dal 1° gennaio 2021, nel Regno Unito, la richiesta di risarcimento danni può essere indirizzata all'impresa di assicurazione estera del responsabile del sinistro o, se nominata, alla società incaricata in Italia della gestione dei sinistri.

Per conoscere l’assicuratore del veicolo responsabile, si invita pertanto a rivolgere apposita richiesta al Centro di Informazione Italiano attraverso il Portale Unico.

Si fa presente tuttavia che per i veicoli immatricolati in Svizzera, Principato di Monaco e Regno Unito, l’assicuratore estero non è obbligato a nominare in Italia una società per la gestione dei sinistri né a fornire una risposta motivata nel termine di tre mesi dalla ricezione della richiesta di risarcimento.

Nei suddetti casi non sarà quindi possibile rivolgersi all'Organismo di Indennizzo italiano.

Ho subito un sinistro in un Paese NON appartenente allo Spazio Economico Europeo. A chi devo rivolgermi per ottenere il risarcimento del danno?

Se durante un viaggio all'estero si è rimasti vittima di un incidente stradale provocato da un veicolo estero, la richiesta di risarcimento dovrà essere rivolta all'impresa di assicurazione estera del responsabile del sinistro.

In tali casi, è sempre possibile rivolgere la richiesta di risarcimento al Bureau Carta Verde del Paese di accadimento del sinistro, il cui elenco è disponibile sul sito del Council of Bureaux https://www.cobx.org/. 

Cosa posso fare se la compagnia di assicurazione del veicolo estero è in liquidazione?

In tale caso è possibile rivolgere la richiesta di risarcimento all’Organismo di Indennizzo Italiano, seguendo le modalità indicate qui.

Il 6.11.2008 gli Organismi di Indennizzo e Fondi di Garanzia hanno infatti sottoscritto un Accordo per la gestione dei sinistri causati da veicoli assicurati con impresa in liquidazione, che tuttavia non è applicabile se:

- il veicolo responsabile è immatricolato/stazionante in Romania, Estonia, Irlanda Svezia;

- il veicolo responsabile è immatricolato/stazionante in uno Stato non appartenente allo Spazio Economico Europeo;

- il sinistro avviene in uno Stato non appartenente allo Spazio Economico Europeo.

Ho subito un sinistro in Italia ed il responsabile è un veicolo estero. A chi devo rivolgermi per ottenere il risarcimento del danno?

La richiesta di risarcimento relativa al sinistro avvenuto in Italia e causato da un veicolo con targa di immatricolazione estera deve essere indirizzata all'Ufficio Centrale Italiano, di cui si riportano di seguito i riferimenti

Uci - Corso Sempione, n. 39 - 20145 Milano

Sito web: http://www.ucimi.it/

Quale legge si applica al sinistro?

L’Organismo di Indennizzo Italiano è tenuto, per la determinazione della responsabilità e la quantificazione del danno, a rispettare le norme vigenti nel Paese di accadimento del sinistro (c.d. lex loci).

Al riguardo, sul sito del Consiglio dei Bureaux www.cobx.org è possibile trovare alcune informazioni in merito alla normativa vigente nei singoli Paesi aderenti al sistema della Carta Verde: www.cobx.org/article/52/compendia-search-tool.