Notizie

Rapporti Dormienti: termini per l'esigibilità delle somme

* mercoledì 05 settembre 2018

Si rende noto che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato il comunicato stampa n. 127 del 7 agosto 2018 (http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2018/comunicato_0127.html) con il quale ricorda che, a partire dal mese di novembre 2018, inizieranno a scadere i termini per l’esigibilità delle somme relative ai primi “conti dormienti” affluiti al Fondo Rapporto Dormienti nel novembre 2008.

Il termine di prescrizione infatti per tali strumenti finanziari (quali, a titolo esemplificativo, depositi di denaro, libretti di risparmio e conti correnti bancari e postali, azioni, obbligazioni, certificati di deposito e fondi d’investimento nonché assegni circolari non riscossi entro il termine di prescrizione del relativo diritto) si applica trascorsi 10 anni da quando le somme, precedentemente non movimentate per analogo periodo decennale, sono state trasferite al Fondo, fatta eccezione per gli assegni circolari che hanno termini diversi di prescrizione.

Al riguardo si ritiene opportuno invitare ad effettuare una verifica puntuale sull’esistenza di “conti dormienti” intestati a proprio nome o a nome di familiari di cui possano risultare eredi, al fine di inoltrare, nel caso, domanda di rimborso in tempo utile.

La banca dati messa a disposizione da Consap Spa, a cui sono state affidate le procedure di rimborso, è raggiungibile all’indirizzo: http://consultaconti.consap.it/ricercaconto.aspx.

Per tutte le altre informazioni si prega di consultare la pagina dedicata a tale attività, raggiungibile attraverso il seguente link www.consap.it/servizi-economia/fondo-rapporti-dormienti.

La domanda di rimborso può essere presentata dagli aventi diritto direttamente a Consap, senza dover necessariamente ricorrere all’attività di terzi o intermediari.

Pertanto, agenzie e/o terzi che contattano gli interessati alla restituzione di importi affluiti al Fondo non sono stati incaricati né dal Ministero dell'Economia e delle Finanze né da Consap.

Si ricorda, infine, che per la compilazione e la presentazione delle domande di rimborso è attiva una nuova modalità telematica tramite il Portale Unico raggiungibile attraverso il seguente link: http://portale.consap.it/.