Media Room

NEWS

Erogazione terza quota percentuale degli indennizzi alle vittime di fallimenti immobiliari

Casa Vittime Fallimenti 1302045581 (1)

“Si rende noto che entro il corrente anno sarà avviata la fase di erogazione della terza quota di indennizzo”.

Al riguardo, si precisa che, sulla base delle disponibilità accumulate per ciascuna sezione del Fondo, alla Sezione 1 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Valle d'Aosta) viene erogata l'ulteriore quota percentuale del 4,94%; alla Sezione 2 (Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Marche, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto) viene erogata l'ulteriore quota percentuale dell'8,62%.

Il modulo di dichiarazione sostitutiva allegato alla lettera informativa recapitata agli aventi diritto deve essere compilato in ogni sua parte e ritrasmesso in originale con copia del documento d'identità.

Più specificatamente occorre indicare eventuali riparti fallimentari percepiti dopo il pagamento della seconda quota e non ancora comunicati; eventuale cambiamento dell'ipotesi di accesso al Fondo avvenuto sempre in epoca successiva al pagamento della seconda quota e non ancora comunicato (ad esempio, l'eventuale acquisto dell'immobile oggetto del preliminare se avvenuto, si confermasce, successivamente al pagamento della seconda quota) ; in caso di domanda cointestata, dovrà essere compilata la dichiarazione liberatoria del cointestatario; in caso di decesso dell'istante, è necessario trasmettere resa sostitutiva di atto notorio ai sensi dell'art. 47 DPR n. 445/2000 indicante la data del decesso e contenente l'indicazione di tutti gli eredi.

Per quanto concerne il trattamento dei dati personali da parte di Consap SpA, si invita a prendere visione dell' informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679  disponibile sul sito istituzionale, nella pagina relativa al Fondo di solidarietà per gli acquirenti Informativa di beni immobili da costruire, Privacy.

Si rende noto che è stato istituito un servizio di Call Center al n. 06.85796388 per le richieste di informazioni di carattere generale in ordine alla procedura di erogazione della terza quota di indennizzo”