Servizi all'Economia
HOMEPAGE |  SERVIZI ALL'ECONOMIA |  RAPPORTI DORMIENTI

RIMBORSO AGLI AVENTI DIRITTO DELLE SOMME RELATIVE AI C.D. Rapporti Dormienti

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze - presso il quale è stato istituito il Fondo di cui all'art. 1, comma 343, della legge n. 266/2005 - ha affidato a Consap, a decorrere dal 14 giugno 2010, la gestione delle domande di rimborso di somme affluite al predetto Fondo (c.d. "rapporti dormienti").

L’istanza di rimborso dei rapporti dormienti (consultabili sui siti del Ministero dell'Economia e delle Finanze e di Consap) può essere inoltrata dagli aventi diritto senza dover ricorrere all’attività di intermediari.

Al riguardo, si segnala che agenzie e/o terzi che contattano gli interessati alla restituzione di importi affluiti al Fondo Rapporti Dormienti non sono stati incaricati né dal Ministero dell'Economia e delle Finanze né da Consap.

Consap procederà all'esame delle domande secondo l'ordine di arrivo e provvederà a richiedere i documenti necessari - laddove non presentati - per l'istruttoria delle pratiche. Per le istanze definite positivamente, Consap procederà a disporre i pagamenti una volta ricevuto l'accredito delle somme da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze, ove il Fondo è costituito, secondo i tempi tecnici del predetto Dicastero.

Si ricorda all’utenza che le domande di rimborso devono essere inviate esclusivamente a mezzo Raccomandata a/r ovvero Raccomandata a mano presso la sede di Consap.

Nell'apposita sezione vengono riportate la normativa e le circolari ministeriali in materia.

Non è previsto il rimborso:

ai beneficiari degli importi relativi ai contratti di assicurazione sulla vita (polizze vita);

ai beneficiari dei buoni fruttiferi postali non riscossi entro il termine di prescrizione decennale;

ai beneficiari degli assegni circolari, una volta decorso il termine di prescrizione triennale di cui all'art. 84, comma 2 del Regio Decreto 21.12.1933, n. 1736;

agli ordinanti degli assegni circolari, una volta decorso il termine di prescrizione decennale dalla data di emissione del titolo di cui all'art. 2946 c.c..

Possono richiedere la restituzione di somme affluite al Fondo:

i titolari dei rapporti dormienti di cui all'art. 2 del DPR 22 giugno 2007, n. 116, (depositi di somme di denaro e depositi di strumenti finanziari) e i loro aventi causa (es. eredi);

gli ordinanti degli assegni circolari di cui all'art. 1, comma 345-ter della Legge 23.12.2005, n. 266 e i loro aventi causa entro dieci anni dalla data di emissione del titolo.

In dettaglio, le fattispecie rimborsabili per gli aventi diritto sono elencate dalla lettera A alla lettera G.

Per gli aventi diritto

Si ricorda che tutte le richieste di rimborso, dalla lettera A alla lettera G, devono essere corredate d relativa attestazione di devoluzione delle somme al Fondo rilasciata dagli intermediari (art. 1 DPR 22.06.07, n. 116) e conforme al modello scaricabile clicca qui

Avvertenze per la compilazione

L'accredito della somma spettante non può essere effettuato su coordinate IBAN relative a libretto postale in quanto le stesse non consentono operazioni di accredito a soggetti diversi dalle Pubbliche Amministrazioni.

Nel caso di più aventi diritto (es: eredi o più ordinanti):

la domanda può essere presentata da uno di essi munito dell'originale della delega alla trattazione della pratica unitamente alla copia del documento del delegante in corso di validità;

il rimborso può essere effettuato in favore di uno di essi munito di delega alla riscossione dei benefici economici da parte di terzi, autenticata dai competenti uffici comunali ovvero originale della procura notarile all'incasso.

 Istruzioni operative

Scaricare il modulo di domanda e gli eventuali allegati sul proprio pc;

compilare elettronicamente i file in tutte le loro parti con particolare riferimento alla corretta compilazione delle coordinate IBAN (27 caratteri);

stampare e firmare i moduli ove richiesto;

inviare a Consap, tramite raccomandata A/R all’indirizzo indicato nel modello di domanda, la suddetta documentazione unitamente agli eventuali allegati richiesti.

A) Richiedente l'emissione di Assegni Circolari

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Assegno Circolare, è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

B) Titolare di Libretto Nominativo

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Libretto Nominativo, è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

C) Titolare di Certificato di Deposito Nominativo

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Certificato di Deposito Nominativo,è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

D) Titolare di Conto Corrente

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Conto Corrente, è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

E) Titolare di Fondo di investimento o altro strumento finanziario

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Fondo di Investimento o Altro Strumento Finanziario, è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

F) Titolare di Libretto al Portatore

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Libretto al Portatore, è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

G) Titolare di Certificato di Deposito al Portatore

  • Nel caso di un unico richiedente ed un unico Certificato di Deposito al Portatore, è sufficiente utilizzare il modulo di domanda scaricabile cliccando qui;
  • Nel caso di più Richiedenti, avvalersi inoltre di una o più copie dell'allegato "Ulteriori Richiedenti" scaricabile cliccando qui;

Per gli intermediari

Si rende noto che, nell'ambito dello svolgimento di attività strumentali ed operative connesse alla gestione delle domande di rimborso per somme erroneamente devolute, fermo restando le Circolari Ministeriali dell'8 agosto 2008, del 13 febbraio 2009, dell'11 marzo 2009 e del 3 novembre 2010, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha di recente rappresentato l'esigenza di acquisire agli atti oltre all'attestazione di devoluzione dell'Intermediario anche la seguente documentazione:

dichiarazione degli interessati per l'importo già ricevuto (mediante pagamento o ripristino del rapporto contrattuale);

documentazione comprovante l'accertamento dell'identità del soggetto rimborsato e la qualità di "avente diritto" (in caso di eredi, autocertificazione attestante il decesso dell'avente diritto e la qualità di eredi);

titoli di legittimazione dei soggetti rimborsati: in copia se trattasi di titolo nominativo ovvero in originale se invece il titolo erroneamente devoluto è al portatore;

in caso di ripristino delle condizioni antecedenti la data di versamento al Fondo, copia del rapporto così "ripristinato".

È stato, pertanto, predisposto un modello di domanda per la presentazione delle istanze di rimborso, da compilare in ogni sua parte a cura del rappresentante legale o soggetto munito di idonei poteri, con il quale far pervenire i suddetti documenti.

Si evidenza che in presenza di domande carenti della necessaria documentazione, le relative istruttorie non potranno essere definite con conseguente impossibilità di dar corso alle disposizioni di pagamento.

clicca qui per scaricare il modello di domanda per somme erroneamente devolute;

clicca qui per scaricare l'Attestazione per somme erroneamente devolute;

clicca qui per scaricare l'Attestazione di devoluzione al Fondo di cui all'art. 1 del dpr 116/2007.

Istruzioni sulla modalità di adempimento degli obblighi informativi a carico degli Intermediari Finanziari.

Compilazione Tracciati Record

Tracciati Acquisizione Rapporti Dormienti - Assegni

Tracciati Acquisizione Rapporti Dormienti - Polizze

Tracciati Acquisizione Rapporti Dormienti - Rapporti

Istruzioni Marzo

Istruzioni Maggio

Comunicato Stampa

Comunicato Stampa