Rimborso del sinistro

Premessa

Nel caso di contratti con la clausola Bonus/Malus, qualora nel corso dell'annualità in scadenza si è stati responsabili di sinistri rientranti nell'ambito della procedura del risarcimento diretto, si ha facoltà di riscattare, per il tramite di Consap, tali sinistri al fine di evitare l'aumento del premio conseguente all'attribuzione di una classe di merito superiore.

Tipologia di sinistri riscattabili

  • Sinistri accaduti a partire dal 1° febbraio 2007 (data di avvio del risarcimento diretto);
  • Sinistri liquidati e contabilizzati totalmente per i quali non risultino pendenti altre partire di danno.

Tipologia di sinistri non riscattabili

  • Sinistri con collisione tra più di due veicoli;
  • Sinistri con solo danno a persone o cose;
  • Sinistri con collisione con ciclomotore non munito di targa ai sensi del D.P.R. n. 153 del 6.3.2006 (ciclomotori con cilindrata pari o inferiore a 50cc sprovvisti di targa);
  • Sinistri dove la Compagnia non abbia aderito alla CARD (Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto); cliccare qui per consultare l’elenco delle imprese aderenti alla CARD;
  • Sinistri dove la polizza assicurativa preveda una franchigia.

In questi casi l’assicurato dovrà rivolgersi alla propria compagnia per ottenere le informazioni sulla possibilità del riscatto del sinistro.

Modalità di rimborso

Il contraente della polizza assicurativa del veicolo responsabile, ove ritenga conveniente “rimborsare il sinistro”, potrà corrispondere il relativo importo direttamente alla Stanza di compensazione, tramite bonifico bancario (anche da BancoPosta), sul conto corrente dedicato.

Consap, a questo punto, provvederà a rilasciare l'attestazione di avvenuto pagamento con la quale il contraente della polizza potrà recarsi presso il proprio assicuratore e richiedere la riclassificazione del contratto.

Cliccare qui per conoscere le procedure di rimborso diretto.